Primi piatti, Ricette Lucane

Cautarogni o strascinati


 - Cautarogni o strascinati -

I cautarogni, meglio conosciuti con il nome di strascinati, sono  indubbiamente il tipo di pasta fresca più comunemente preparato da mia mamma e da mia nonna prima di lei. Si chiamano così in provincia di Potenza e più precisamente nella zona di Filiano, che è poi la stessa zona del buonissimo pecorino dop. E' la prima pasta fresca che ho imparato a fare da ragazzina guardando e seguendo le indicazioni della mia cara nonna Margherita, che anche se non è  più con noi, vive e vivrà sempre nei nostri cuori.

Li mangio sovente quando sono da mia madre, che conoscendo la mia passione per la pasta - in particolare per quella fatta in casa -  mi coccola preparandomi ogni giorno un tipo diverso di pasta fresca, dal momento che io a casa mia, per mancanza di tempo, la preparo raramente. 

La morte sua a mio parere è con un buon sugo preparato con la conserva di pomodori rigorosamente home made, ma sono ottimi anche con le lenticchie o con le cime di rapa.

 

 

 

 

 

 

Cautarogni (o strascinati)

Ingredienti
Per la pasta:

400 g di semola rimacinata di grano duro
200 g di acqua tiepida
un pizzico di sale

Per il sugo:

500 g di polpa di pomodoro (conserva di mia mamma)
1 piccola carota
1/2 cipolla rossa
1/3 di costa di sedano
1 scalogno
sale
pepe
olio evo
Basilico

Inoltre:

Pecorino (per me pecorino di Filiano dop)

Preparare il sugo: Tritare la carota, la cipolla, il sedano e lo scalogno. In una casseruola soffriggere il trito ottenuto in 3 cucchiai di olio, aggiungere la polpa di pomodoro, salare, coprire e cuocere per un'ora e mezza. A fine cottura aggiungere qualche foglia di basilico.
Nel frattempo preparare la pasta: Su una spianatoia formare una fontana con la farina, aggiungere un pizzico di sale e pian pianino anche l'acqua. Impastare il tempo necessario ad ottenere una palla uniforme di pasta.
Tagliare un tocchetto per volta e formare dei cordoni di pasta del diametro di 1 cm che taglierete a loro volta in tanti cilindri di 4 cm circa di lunghezza.
Incavare ogni cilindro con i polpastrelli delle dita (indice, medio e anulare) trascinandoli sulla spianatoia, quindi aprirli. Adagiarli su un vassoio infarinato avendo cura di non sovrapporli. Continuare così fino ad esaurimento della pasta.
Cuocere i cautarogni in abbondante acqua salata e condire con il sugo e una generosa spolverata di pecorino.
 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Paola del Blog Cucinando con Paola 

 

 

 


firma

Potrebbero interessarti anche queste ricette

23 Responses

  1. Bellissimo piatto!
    Io ho mangiato questo tipo di pasta in Puglia, anche lì è molto usata anche se in formato più piccolo..
    Buona giornata..
    Laura

  2. …forte questo nome di pasta…non lo conoscevo assolutamente, e che piattino delizioso, ricco di colore e sapore…oltre che di ricordi meravigliosi!

  3. eccome se la conosco questa pasta…! buonissima!
    con un semplice e gustoso sugo sono perfetti per assaporare tutta la bontà degli strascinati!
    bellissime foto…piene di luce e colore!
    bacioni

  4. I tuoi piatti tesoro sono sempre cosi luminosi e saporiti e questo mette fame solo a guardarlo!!bacioni,Imma

  5. Deliziosi gli strscinati! Concordo che il sugo migliore in assoluto sia il pomodoro.
    Comunque aspetto anche la versione con le lenticchie
    Grazie
    Buona giornata
    Isabel

  6. Buongiorno cara ti eri dimenticata di commentare con il link..passa ad inserirlo. Adoro questa pasta dai ricordi d'infanzia e le foto sono meravigliose sei mitica! Bacioni!

  7. Curioso questo nome, non lo conoscevo, io li ho sempre chiamati "strascinati" :-))…
    Comunque, in qualsiasi modo vogliamo chiamarli, sappi che ne vado matta e sono d'accordo con te per quanto riguarda il condimento!
    Questo per me è davvero un piatto da re!
    Bacioni!

  8. WOW, la pasta fresca tutti i giorni??? Anche io voglio una mamma così!!! Cavolo, mi piacerebbe poter restare a casa e preparare quotidianamente pasta e dolci ma, i soldini mi servono e a meno che io non vinca all'Enalotto, devo aspettare la pensione!!!!
    Complimenti per questo piatto colorato e gustoso che, grazie alle tue belle foto, è ancora più irresistibile!!!

  9. Questo piatto è una meraviglia così come è una meraviglia il tuo blog: ricette, fotografie ed ambientazioni veramente belle!!

  10. non conoscevo questo "formato" di pasta, mi sembrano perfetti con questo bel sugo fatto in casa, si sente il profumo di buono da qui!

  11. Mannaggia, mi ero persa la nuova veste grafica del tuo blog…che dire…meravigliosa! Mi piace davvero molto! E che dire della ricetta??? Strepitosa!!!!

  12. Carissima Dona:* scusami l'assenza ma ho avuto un pò di problemi di salute… Splendidi questi strascinati! sai che non li ho mai fatti? come sempre qui viene la voglia di provare all'istante! meravigliose anche le foto!! ho letto del contest… bellissimo tema e premi! inizio a pensare alla ricetta! ti abbraccio tanto buona giornata:**

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Comments *