Pane, Pizze, Focacce

Corona salata di panbrioche


 - Corona salata di panbrioche -

Avevo in frigorifero un pezzetto di gruyère e un ancora un po' di salame cilentano ricevuto in regalo dalla mia cara amica Assunta, insieme ad una gran quantità di prodotti tipici della sua regione, nonchè del fantastico panettone fatto con le sue magiche mani...ebbene si, non ve l'ho detto ma ho avuto l'onore di assaggiare uno dei mitici panettoni de La Cuoca Dentro. Che dire...era spettacolare!

Ma torniamo alla nostra ricetta, anche perchè ormai il panettone è solo un lontano ricordo.

Allora, vi dicevo...Ricordate i fagottini di panbrioche che ho preparato qualche settimana fa con la ricetta della bravissima Patrizia? Con  lo stesso impasto ho preparato anche questa gustosissima corona ripiena di formaggio, prosciutto cotto e salame cilentano leggermente piccante. 

Fra poco più di un mese arriverà la tanto attesa primavera, vi consiglio di tenere a mente questa ricetta perchè è perfetta per le scampagnate e i picnic primaverili.

 
 

 

 

 

 Corona salata di panbrioche

Ingredienti
Per l'impasto:500 g di farina manitoba
250 ml di latte
50 g di burro morbido
1 bustina di lievito di birra disidratato
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 uovo 

Per il ripieno:

200 g di salame cilentano leggermente piccante
150 g di gruyère
200 g di prosciutto cotto fetta intera

Per la finitura:

1 uovo 
2 cucchiai di latte
Semi misti (sesamo, lino, girasole)

Nel cestello della planetaria mettere la farina setacciata, il lievito, lo zucchero e l'uovo.

Cominciare ad impastare con la frusta a foglia, quindi aggiungere un po' di latte, il sale, il restante latte e continuare ad impastare.

Ad impasto quasi ultimato aggiungere il burro ammorbidito e rimettere in funzione la planetaria per almeno altri 5 minuti in maniera da ottenere un'impasto elastico e lucido (naturalmente se non avete una planetaria dovrete lavorare molto a lungo l'impasto per ottenere lo stesso effetto).

Finito di impastare, formate una palla e lasciatela lievitare nel cestello ben sigillata con la pellicola per almeno un'ora o fino al raddoppio, quindi riprendere l'impasto e lavorarlo su un piano da lavoro per rompere la lievitazione. 

Dividere l'impasto in due, e formare due sfoglie allungate di circa 1/2 cm di spessore. Mettere al centro di ognuna , il prosciutto cotto, il salame e il gruyère tagliati a dadini. 

Arrotolare la pasta (come si fa per lo strudel), formare due  corone e disporle su due teglie foderate con carta forno. Lasciare lievitare di nuovo per almeno mezz'ora. 

Spennellarle con l'uovo e il latte sbattuti insieme e spolverizzare con i semini misti. Cuocere  nel forno precedentemente scaldato a 190° per 30/35 minuti.  

 
 

 

 

 

 

Tovaglietta Fantasia GreenGate

 

 

 

 

 


firma

12 Responses

  1. stiamo 'combattendo' con il pan brioche da settimane ma ogni volta un errore….questa tua ricetta è un buon motivo per non arrenderci!!

  2. Non potevi fare un uso migliore di quella salsiccia, la brioche è fantastica e io…sto sbavando!!! 😀
    Felice di averti fatto conoscere un po' di prodotti della mia terra!!
    bacioni

  3. Ottima la tua corona salata, giustamente ideona per un bel pic nic primaverile!
    È sempre un piacere passare da te, vado a colpo sicuro, so che trovo sempre qualcosa di sfizioso e buono da provare!
    Un abbraccio e alla prossima!

  4. Oh finalmente riesco a passare a leggermi con calma la tua ricettina (deliziosa…come sempre!)
    Le tue fotografie mi invogliano sempre ad assaggiare (per poi fare il bis) delle ricette! Sei bravissima, sia come cuoca che come fotografa ^_^
    Un abbraccio e a presto 🙂
    N.

  5. è bellissima Donatella, la proverò, senza salsiccia, magari con delle verdure, mi piace la pasta…ciao carissima

  6. Che splendore!!!! E che ottimo ripieno, sarebbe perfetta anche come merenda per cambiare un po con le solite cose dolci 🙂 Un bacione

  7. mi piace moltissimo questa corona con ripieno salato! e mi piace molto anche la scelta "decorativa" con i vari semi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Comments *