Dolci

Fiore alle prugne


 

 - Fiore alle prugne -

♥ Buon San Valentino a tutti voi!
Era da un po' che questo stampo giaceva paziente tra gli altri in attesa di essere usato per la prima volta, ed ecco arrivato il suo momento. 
Per la verità non sono particolarmente soddisfatta del risultato estetico, ma visto che la torta era molto buona, ho deciso di condividerla ugualmente con voi.

 

 

 

 

 

Fiore alle prugne

Ingredienti

300 g di farina 00
50 g di amido di mais
3 uova bio
150 g di zucchero
80 g di olio di girasole
100 g di latte intero
200 g di prugne secche
4 cucchiai di Alchermes
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 cucchiaini di cremore tartaro
1 cucchiaino di bicarbonato
Zucchero rosa per decorare

Scaldare il forno a 170°. In una ciotola capiente sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere l'olio, la vaniglia, il latte e l'Alchermes.  A parte setacciare le farine con il cremore e il bicarbonato, dopodichè unirli al composto. Aggiungere anche le prugne tagliate a metà, quindi versare l'impasto nell'apposito stampo a fiore oppure in uno stampo a cerniera imburrato e infarinato. 
Infornare per 30-35 minuti a 170°. Una volta sformato decorare con lo zucchero rosa e servire.

 

 

 

 

 

Piatto e paletta torta Villa d'Este Home

 ♥
 
 


firma

17 Responses

  1. Quando una come te, maga del foodstyling e della fotografia, dice di non essere soddisfatta dell'aspetto dei suoi piatti io cado in depressione, sallo! Abbi pieta', ti prego…L'Alchermes! Il liquore delle nonne, che bello…allora c'e' ancora qualcuno che lo usa. Sono contenta.

  2. Non eri soddisfatta della foto???? ma che dici!! è meravigliosa.. quei colori.. e la forma del dolce! E poi mi piace moltissimo.. salvo la ricetta.. mi piace proprio! smack 🙂

  3. Donatella, mo io devo capì, ma come acciderbolina deve essere una cosa per piacerti? questo fiore oltre che buonissimo come dici tu e mi fido è anche strabellissimo

  4. Nonostante tu sia riuscita a rendere stupende queste foto concordo con te, anche a me non piace particolarmente il risultato finale di quello stampo, mentre ritendo ottimo il contenuto e l'alchermes è uno di quei liquori che non può mancare!
    buon fine settimana

  5. beh caspita! A me il risultato estetcio invece ha proprio conquistata; anche se immagino tu abbia avuto un'idea differente della riuscita avendo lo stampo in mano.
    La ricetta ovviamente la trovo superlativa, l'alchermes appartiene ai liquori che mia nonna non ometteva mai…non posso che adorarlo!!

    ti auguro un fine settimana ricco di entusiasmo e allegria 😀

  6. Tesorooooooooooooo ma ieri mi sono persa questa meraviglia!!Ma è un incanto,tutto la foto i colori e il dolce strepitosooooooooo!!Un bacione,Imma

  7. bellissima idea…curiosa di rifarlo…un consiglio…se non ho la teglia fatta a fiore posso utilizzare la formina fatta a foglia e poi modificarla un pochino?? passami la domanda idiota :p

    1. Ciao Elisa, a quanto leggo non sono l'unica ad ingegnarsi in cucina :)…puoi provare, ma io fossi in te lascerei la forma della foglia senza modificarla. Fammi sapere come ti è venuta!

  8. Ma… eccola dov'era finita la primavera, nella tua cucina! 🙂
    Sfoglio varie tue ricette e mi gusto tutto, amo come curi ogni volta la fase dell'apparecchiamento e della scelta cromatica… sono contenta di averti scoperto ieri… 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Comments *