Secondi

Petto di pollo al Grand Marnier profumato al ginepro e rosmarino


 

- Petto di pollo al Grand Marnier profumato al  ginepro e rosmarino - 

Ho preparato questo petto di pollo pensando di fare tutta un’altra ricetta. Quella originale cominciava con la marinatura di zucchero, sale, pepe e aneto (un’erba che a me non piace quindi l’ho sostituita con il rosmarino) e prevedeva, dopo 48 ore di frigorifero, di gustarlo a crudo affettato sottilmente con una salsina a base di mirtilli. Diciamo che era più che altro la salsina ai mirtilli che aveva attirato la mia attenzione su quel piatto. Dopo 24 ore ho guardato il mio petto di pollo e mi sono chiesta se avrei mai avuto il coraggio di mangiarlo crudo. La mia risposta sta in questa ricetta che lì per lì ho messo su con quello che avevo in casa al momento. Ne è risultato un secondo piatto delizioso, con una nota appena appena dolce che gli conferisce quel certo nonsochè.

 

 
 
 
 

 

 

 

 

 

Petto di pollo al Grand Marnier profumato al ginepro e rosmarino

Ingredienti per 3 persone
1 petto di pollo
1 cucchiaio di zucchero di canna
4 cucchiai di Grand Marnier (o Cointreau o altro liquore alle arance)
1 bicchiere di brodo vegetale
Grani di pepe nero
Grani di ginepro
2 rametti di rosmarino fresco
Olio evo
1 spicchio di aglio
Sale

Per il contorno:                                                                                         

5 carote
1 rametto di rosmarino
Qualche foglia di melissa fresca
1 spicchio di aglio
Sale
Olio evo        

Pulire il petto di pollo eliminando gli ossicini  e gli eventuali filamenti grassi, lavarlo  e asciugarlo molto bene.
Mettere il petto di pollo in un piatto leggermente fondo e spolverizzarlo con una presa di sale e lo zucchero di canna, strofinando poi la carne con il palmo della mano per far ben penetrare il tutto.
Aromatizzare a questo punto la carne con qualche grano di pepe e di ginepro e con i rametti di rosmarino, poi coprire con pellicola da cucina e far marinare in frigo per 24 ore, scolando di tanto in tanto la carne dal liquido che si sarà formato sul fondo del piatto.
Trascorse le 24 ore soffriggere uno spicchio d'aglio in una casseruola e aggiungere il petto intero, far colorire da tutte le parti quindi aggiungere il Grand Marnier e sfumare a fiamma alta. Unire il bicchiere di brodo, abbassare il fuoco e cuocere per un'oretta.  Nel frattempo preparare le carote, pelarle con un pelapatate, lavarle e affettarle con una mandolina. In una casseruola scaldare un po' d’olio con l’aglio, aggiungere le carote e le erbe, salare e cuocere fino a che si saranno ammorbidite, circa mezz’ora.  Una volta cotta la carne far raffreddare, tagliare a fette e servire irrorando con il suo sughetto e con il contorno di carote al rosmarino e melissa.

 

 


firma

One Response

  1. anche io non avrei avuto il coraggio di mangiarlo crudo ma cucinato così è superbo e mi piacciono gli aromi che hai utilizzato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Comments *