Antipasti, Ricette Lucane, Secondi

Uova strapazzate, cipollotti, lucanica e peperoni cruschi


 

 - Uova strapazzate, cipollotti, lucanica e peperoni cruschi -

Se questa ricetta ha un nome io non lo conosco. Ho vaghe reminiscenze infantili di mia nonna che preparava questo piatto per cena e ricordo che era considerato un saporito piatto unico che si preparava la sera, per cena. La ricetta originale prevedeva i lampascioni al posto dei cipollotti, ma nella mia città non saprei proprio dove andare a cercarli i lampascioni,  per cui ho pensato di sostituirli con i più facilmente reperibili cipollotti freschi. E’ un piatto del sud molto povero che un tempo veniva preparato con ingredienti del territorio, quasi esclusivamente di produzione propria. Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Sapori dei Sassi “Il Sud nel piatto”.

 

 

 
 

Uova strapazzate, cipollotti, lucanica e peperoni cruschi

6 uova bio
10 cm ca. di lucanica
6 cipollotti freschi
5 peperoni cruschi
1 peperoncino
Olio evo

Soffriggere il peperoncino tagliuzzato nell'olio, aggiungere i cipollotti tagliati a rondelle spesse 2 cm e cuocere per 5 minuti; spezzettare con le mani i peperoni cruschi,  unire ai cipollotti, salare e cuocere per altri 7 o  8 minuti, i cipollotti devono quasi disfarsi. Tagliare a dadini la lucanica e farla cuocere con tutto il resto per 3-4 minuti. Aggiungere le uova e strapazzarle per qualche minuto.

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest “Il Sud nel piatto” del blog Sapori dei Sassi.

 

 
 
 


firma

Potrebbero interessarti anche queste ricette

6 Responses

  1. Ciao,bel blog, e foto fantastiche. Ma come fai? che bella luce…. Wow!!! Sono innamorata delle tue foto…
    Auguri per il contest!!!

  2. Sempre tutto bello, dalle ricette alle foto. Per il contest confesso che ti avevo scelto tutte e tre le ricette senza accorgemene, poi ne ho tolta una per evitare polemiche, che ci sono state lo stesso. Bacioni

  3. @mariacristina: grazie sei molto gentile. Ho letto le polemiche sul contest, mi dispiace molto sprattutto se penso a tutto il lavoro che hai dovuto fare, sei stata bravissima. Ti abbraccio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Comments *